DHL SEMPRE PIU’ PRESENTE ACCANTO ALL’INDUSTRIA FASHION: AL WORKSHOP LE MAISON DELLA MODA ITALIANA ASSOCIATE ALLA CAMERA NAZIONALE DELLA MODA ITALIANA

Categorie:  Categorie COMUNICATI STAMPAPubblicato il:  Pubblicato il

DHL Official Logistics Partner di Camera Moda presenta i servizi e le soluzioni personalizzate a supporto dell’eCommerce per il settore Fashion.

MILANO – 7 luglio 2017. Si è svolto ieri presso la sede di Camera della Moda, Piazza Duomo 31, il primo workshop organizzato da DHL in qualità di Official Logistics Partner di Camera Nazionale della Moda Italiana. “E-Commerce: le soluzioni logistiche a supporto della Customer Experience”, un appuntamento dedicato all’approfondimento dell’eCommerce nello scenario nazionale e internazionale e alle opportunità riservate alle aziende del settore Fashion.

DHL, la società di logistica leader mondiale nel settore, aumenta e rafforza il legame con il mondo dell’industria del Fashion, con l’obiettivo di promuovere e supportare l’eCommerce. DHL nel mondo ha stretto relazioni con numerose e importanti organizzazioni nel settore del Fashion, identificando e supportando, grazie ai propri servizi personalizzati, il Fashion Business a penetrare nuovi mercati. Tra le recenti Partnership the Council of Fashion Designers of America, the British Fashion Council e, per l’Italia, la Camera Nazionale della Moda Italiana.

Ieri, in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana il primo workshop firmato DHL in cui le maison della moda italiana associate alla CNMI hanno beneficiato di una panoramica dello scenario, dati, opportunità e nuove soluzioni sempre più personalizzate per migliorare in ogni sua fase la Customer Experience dell’e-shopper.

Ad aprire i lavori della giornata, dopo il benvenuto e l’introduzione a cura di Camera della Moda, Simona Lertora, Head of Marketing & Business Development DHL Express Italy che ha sottolineato come DHL vuole mettere a disposizione delle aziende la sua esperienza per espandere il loro business sfruttando la grande crescita della domanda eCommerce che in Italia raggiunge i tassi tra i più alti del mondo. Ha commentato: “DHL, la società di logistica leader mondiale nel settore dispone di importanti dati, aggiornati quotidianamente e, proprio grazie all’elevato numero di spedizioni e alle analisi costanti che vengono condotte sui dati, viene percepita oggi come termometro del mercato. Un importante passaggio che ci permette di essere un fornitore di servizi a valore aggiunto per le imprese che intendono avviare un e-Commerce o che lo hanno già avviato e necessitano di supporto consulenziale per l’ampliamento del proprio Business, nel caso specifico di oggi parliamo di un’eccellenza del Made in Italy: il Fashion, Brand riconosciuto e richiesto in tutto il mondo. I volumi di dati e le ricerche sono un patrimonio che DHL vuole mettere a disposizione anche del Fashion” . A seguire l’intervento di Riccardo Mangiaracina, Responsabile Osservatorio e-Commerce b2c Netcomm e Docente del Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Gestionale incentrato sui dati relativi all’eCommerce frutto delle ricerche dell’Osservatorio eCommerce B2c, e di cui ha focalizzato l’attenzione nell’ambito nazionale, tra questi: nella domanda eCommerce per comparto merceologico l’abbigliamento copre il 10%, la distribuzione della domanda online di abbigliamento (2017) 46% (base 2017: 2.384 miliardi di euro); la domanda eCommerce da nuovi device nell’abbigliamento in Italia (2017), 47%; un dettaglio sull’Export online dell’abbigliamento (2017) in cui si parla di 42% e di cui l’80% è Luxury; a cui ha seguito un Focus sulla presentazione del prodotto nelle vetrine online con esempi pratici e immagini a commento. Una visione nazionale che si è completata con quella internazionale presentata da Mario Bagliani, Senior Partner Consorzio Netcomm aprendo l’intervento con due dati a confronto tra gli utenti internet nel mondo – 2,5 milardi e gli online shoppers nel mondo – 1,5 miliardi. Dato completato dai primi 5 mercati eCommerce nel mondo: Cina con il 33,7%, USA con il 26,2%, Regno Unito 7,7%, Giappone 5,0%, Francia 3,2% con una revenue di 180 milioni per gli USA, 300 milioni per l’Europa e 500 milioni per la Cina. Sono seguiti approfondimenti strategici sul ruolo del negozio fisico per gli e-Shopper, sul Customer Journey Omni-Channel e sulla classifica delle prime dieci nazioni per crescita di nuovi benestanti al 2021 tra cui Cina, India, USA, Indonesia, Messico, Arabia Saudita, Russia, Iran, Germania e Turchia. L’ultimo focus, a completamento della visione già anticipata sulla presentazione e la vendita del prodotto è stata dedicata ai marketplace quali opportunità e strategie per la penetrazione di nuovi mercati. Un momento di riflessione e approfondimento sull’esperienza di acquisto che, attraverso le presentazioni dei relatori, ha affrontato il tema della trasformazione delle abitudini del consumatore, rispetto anche all’enorme offerta in cui oggi si trova a dover scegliere. Quali dunque le strategie per competere? Concordi sia i relatori che gli astanti nell’identificare nel servizio di Delivery un valore aggiunto: tempistiche, facilità di ritiro o addirittura personalizzazione della consegna a cui DHL ha potuto rispondere con i propri servizi grazie alla presenza capillare, alla conoscenza del mercato e all’esperienza che la porta a poter essere il miglior partner delle imprese che fanno eCommerce potendo non solo soddisfare le esigenze del mercato essendo anche in grado di anticiparle al Merchant. A presentare quali sono le soluzioni logistiche che possono supportare la Customer Journey del cliente migliorando la sua esperienza d’acquisto Marco Adamo, Senior Product Manager & Business Development DHL Express Italy che, attraverso casi concreti di esigenze di negozi, Brand e consumatori, ha portato gli astanti a compiere un viaggio di acquisto in cui la criticità della mancanza del prodotto in un negozio, si conclude con la consegna dello stesso direttamente al cliente, attraverso una strategia omni canale e di Shop@Home che sembra essere il modello logistico adatto alla soddisfazione del cliente di oggi. Personalizzazione è però la parola chiave per una customer experience indimenticabile: DHL anticipa le esigenze del mercato offrendo all’eShopper il servizio On Demand Delivery che gli permette di modificare fino all’ultimo miglio tempi e luogo di ricezione della spedizione semplicemente attraverso un SMS che lo raggiunge sul suo cellulare.
Un viaggio nell’esperienza di acquisto online con al centro il consumatore nazionale e internazionale e tutte le strategie e opportunità a supporto del Merchant per il soddisfacimento del proprio eShopper.

Francesca Anzalone
Ufficio stampa e Digital PR
mail: francesca.anzalone@insidecomunicazione.it
mobile: 347 4686369
ecommerce.dhl.it

 

FacebookTwitterLinkedInEmailPrint