DHL AL CONVEGNO DELL’ OSSERVATORIO CONTRACT LOGISTICS “GINO MARCHET”

Categorie:  Categorie EVENTIPubblicato il:  Pubblicato il

Il mondo della logistica corre a gran velocità, grazie alle continue innovazioni e all’attenzione sempre maggiore alla Customer Experience da parte delle imprese.

In un contesto così dinamico è importante partire da input ben precisi e dati concreti, come quelli discussi durante il convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2018 a cura dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet”.

L’evento, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano con il contributo di DHL, si è svolto giovedì 8 novembre 2018 presso l’Auditorium del MiCo di Milano.

Il convegno, dal titolo “Customer Experience, Startup e 4.0: la Logistica spicca il volo!”, ha rappresentato un’occasione di approfondimento degli ultimi trend d’innovazione in ambito logistico, un tema che DHL considera fondamentale per offrire soluzioni concrete e mirate ad ottimizzare l’esperienza del consumatore. Una realtà sempre più connessa, in cui gli ordini devono viaggiare rapidamente ed essere monitorati in tempo reale, richiede un continuo aggiornamento a livello informatico, tecnologico ed ingegneristico.

La Logistica 4.0 porta con sé una serie di potenzialità e benefici, ma anche nuove sfide. A questo proposito, la Ricerca offre una serie di utili spunti su tematiche attuali come Digital Transformation, tecnologie a guida autonoma, sostenibilità e molto altro.

Partendo da un’analisi dell’evoluzione del mercato, la Ricerca ha esplorato la logistica nel contesto internazionale, con particolare attenzione al ruolo delle Startup, passando in rassegna i principali Case study in materia di tecnologia e gestione del Customer service. Ne è emerso che il 70% dei nuovi player della logistica – circa un terzo del totale Startup nel mondo – basa il proprio modello di business sull’innovazione software, fattore di differenziazione nella fornitura del servizio. Il Customer Service si occupa, attualmente, di attività legate all’operatività quotidiana: il 50% delle interazioni riguardano richieste di informazioni e documenti. L’impostazione tecnologica è ancora tradizionale, con circa l’80% delle comunicazioni che avviene via e-mail, fax o telefono.

I risultati dello studio sono stati discussi con i principali player del mercato ed esponenti di rilievo del mondo della logistica: a rappresentare DHL durante il convegno è intervenuto Marco Adamo, Senior Product Manager & Business Development dell’azienda logistica, nell’ambito della Tavola Rotonda dedicata ai modelli di gestione del Customer Service. Nello specifico, l’intervento ha messo in luce l’influenza che il B2c esercita sul B2b. A tal proposito, DHL ha implementato il canale chat anche a livello B2b, accorciando le distanze tra cliente e fornitore. Molto utile risulta anche il programma “straight to the top”, che permette di segnalare le proprie richieste sul sito direttamente all’ AD o al Direttore Customer Service.

In un mondo orientato sempre più all’approccio omnicanale, DHL si pone l’obiettivo di fornire informazioni preventive e dettagliate ai clienti dei vari settori.

DHL Express per l’eCommerce, inoltre, offre un servizio specifico di supporto a tutte le aziende che puntano sulla vendita online dei propri prodotti, anticipando i bisogni del mercato. Una strategia precisa ed efficace, che accompagna il cliente durante tutte le fasi della Customer Journey.

 

 

FacebookTwitterLinkedInEmailPrint
DHL AL CONVEGNO DELL’ OSSERVATORIO CONTRACT LOGISTICS “GINO MARCHET”